Riparte il progetto: i bambini potranno avere metà porzione e, se gradita, chiedere successivamente il completamento del piatto.

Il tutto per evitare lo spreco alimentare.